E-mtb e tanta natura il segreto di Wild E-Side

Abbiamo partecipato a Wild E-Side Bosch ePowered 2022: due giorni in sella a una mountain bike elettrica, tra le spettacolari montagne delle Dolomiti di Brenta.

1/13

Abbiamo avuto il privilegio di partecipare alla seconda edizione del Wild E-Side 2022 Bosch ePowered, che quest’anno si è tenuto a Madonna di Campiglio il 16 e 17 luglio (lo scorso anno era lungo la Via del Sale in Piemonte); è l’evento sostenuto da Bosch Ebike Systems, un’avventura “due ruote-due giorni” in pieno spirito wild. Niente agonismo, l’obiettivo è pedalare e condividere con altri appassionati la magia della montagna esplorata in bicicletta. E a condire il tutto, una serata di musica in alta quota e la notte da trascorrere in tenda.

Niente agonismo, l’obiettivo è pedalare e condividere con altri appassionati la magia della montagna esplorata in bicicletta

Grazie agli sponsor e all’Apt locale, la manifestazione è stata un vero successo; i partecipanti hanno potuto vivere un’esperienza avventurosa e divertente, senza alcun assillo di tempo ma solo con la voglia di lasciar scorrere le ruote tra sentieri e strade forestali. E in alcuni casi, come nel nostro, anche stringendo nuove amicizie.

1/4

A guidare i gruppi di bikers in questa splendida due giorni ci hanno pensato le guide cicloturistiche dell’associazione Asd Mtb Dolomiti di Brenta, che hanno condotto i partecipanti su sentieri più o meno difficili, in base alle capacità tecniche di ognuno. Le parole di Daniele Anselmo, una delle guide dell’evento: “La mountain bike è il mezzo che ti consente di vivere appieno lo spirito della natura; se poi è elettrica, ti aiuta ad apprezzare percorsi e luoghi che altrimenti resterebbero sconosciuti ai più. Il nostro lavoro, grazie proprio al successo delle e-mtb, ci consente di portare chiunque sui sentieri di questo territorio, anche senza avere una preparazione fisica e tecnica eccezionali”.

...quello che basta è una bicicletta, e con quella puoi fare qualsiasi cosa

Ciliegina sulla torta per aggiungere avventura e spirito di adattamento all’adrenalina delle discese, la notte trascorsa in tenda nel campo base in quota presso il Rifugio Boch (2.004 m).

Federica Cudini, marketing manager Bosch e-bike systems per l’Italia: “Questo format nasce con l’intento di dare la possibilità alle persone di vivere un’esperienza “wild”, per dimostrare che quello che basta è una bicicletta, e con quella puoi fare qualsiasi cosa. Ci siamo chiesti qual è la cosa che più ti avvicina alla natura? Partire senza pensieri, trovare un bel posto, mettere una tenda e dormire sotto le stelle”.

1/5

Ai più esperti era dedicata la formula E-Xtreme, con un percorso di circa 80 chilometri in totale e quasi 3.500 metri di dislivello, attraverso sentieri sterrati, single track e discese decisamente impegnative.

E-Xtreme per i più esperti, E-Xplore per un'esperienza meno impegnativa

Per i meno esperti e per chi sentiva unicamente il bisogno di divertirsi e godersi il paesaggio, la più accessibile formula E-Xplore, sempre 80 chilometri in totale ma un dislivello inferiore e soprattutto un itinerario più panoramico e meno impegnativo dal punto di vista tecnico.

Entrambi i percorsi hanno attraversato le suggestive valli tra le Dolomiti di Brenta e l’Adamello Presanella.

A disposizione dei partecipanti, oltre a una notte in albergo, una notte in tenda e tutti i pasti, anche un welcome kit e diversi punti di ricarica delle e-mtb lungo il percorso. Senza trascurare l’assistenza meccanica e medica per tutta la durata dell’evento, per vivere questa bellissima esperienza in piena sicurezza.

Bosch e il futuro della e-bike mobility

© RIPRODUZIONE RISERVATA