Étape Parma by Tour de France, un mese alla due giorni in giallo nel cuore della Food Valley

L’attesa è quasi arrivata agli sgoccioli in Emilia-Romagna, terra dove, tra un mese esatto, andrà in scena l’Étape Parma by Tour de France, evento collaterale della prima storica partenza della Grande Boucle dall’Italia, che servirà a scaldare i motori in vista del transito della corsa a tappe francese il prossimo luglio

1/7

La manifestazione, allestita da Extragiro in collaborazione con A.S.O., il Comune di Parma, la Regione Emilia-Romagna e il Comitato Organizzatore della Grand Départ, si svolgerà il 27 e il 28 aprile in quella che è una delle capitali della gastronomia italiana ma non solo: la città e la sua provincia, oltre a concentrare in pochi chilometri otto Musei del Cibo, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana e la filiera produttiva della Food Valley, racchiudono anche numerosi siti di interessi storico, culturale e architettonico e, ciclisticamente parlando, hanno da sempre un forte legame con le due ruote.

In questo stimolante contesto avrà dunque luogo una due giorni ricca di appuntamenti in cui tutti, grandi e piccini, potranno non solo sfogare mulinando le gambe i propri istinti competitivi e la propria voglia di trascorrere piacevoli momenti all’aria aperta ma anche, e per qualcuno soprattutto, appagare lo stomaco e gli occhi andando alla scoperta delle meraviglie che Parma e i suoi dintorni presentano in gran numero.

Da un punto di vista sportivo, il momento clou sarà rappresentato dalla Granfondo Agonistica che, a parte premiare il vincitore assoluto (donna e uomo) con la maglia gialla, gli scalatori più veloci con la maglia a pois, il primo Under 25 al traguardo con la maglia bianca e i più rapidi negli ultimi 34 km con la maglia verde, qualificherà i primi tre uomini e tre donne al traguardo alla rinomata Étape du Tour, ossia la Granfondo che ogni estate in Francia porta gli amatori a cimentarsi col percorso di una delle tappe più prestigiose della gara transalpina. La posta in palio, quindi, non è di poco conto ma per farla propria i concorrenti dovranno ricorrere, lungo il tracciato da 143 chilometri e 2.800 metri di dislivello integralmente cronometrato, a tutte le proprie qualità di grimpeur dato che, una dopo l’altra, scorreranno sotto le loro ruote alcune delle asperità più note della zona come quelle di Passo del Crocione, Monte Caio, Pineta di Cozzano, Cima di Mattaleto e Rivalta. Le ultime due in particolare saranno protagoniste, contemporaneamente, anche della più breve variante Gourmet da 74 chilometri (con 900 metri di dislivello e in questo caso 3 tratti cronometrati), una distanza che strizza l’occhio a chi non è solito spendere tante ore in sella e a chi magari, nel mezzo della fatica, vorrà prendersi una pausa per deliziare il proprio palato presso uno dei tre ristori gourmet dislocati lungo il tragitto.

1/4

Per tutti ad ogni modo, a prescindere dal percorso prescelto, una volta giunti al traguardo ci sarà la possibilità di rifocillarsi col Pasta Party finale, una gustosa conclusione questa che sarà offerta (ma nella località di Sorbolo Mezzani) anche a chi, il giorno precedente, prenderà parte alle due cicloturistiche che apriranno il programma del weekend. La prima, coi suoi 25 chilometri molto semplici, chiamerà a raccolta le famiglie e bambini desiderosi di passare qualche ora pedalando in spensieratezza, mentre la seconda, coi suoi 60 chilometri e 258 metri di dislivello positivo, permetterà di immergersi in maniera lenta e appagante nella Food Valley parmense esplorando molti dei punti d’interessi che la caratterizzano. Anche queste manifestazioni, come le due varianti della Granfondo, avranno il via fissato a Parco Ducale, location in cui chiunque, una volta smontato da sella, potrà passare il tempo visitando il Villaggio Parma e i suoi spazi (saranno presenti un’area Expo, un Outlet Privée dei grandi marchi del ciclismo, un’officina meccanica, l’area Food and Gastronomy Parma, un’area Lounge VIP e il Museo del Tour de France) oppure partecipando agli incontri previsti con gli ambassador del Tour de France e i grandi campioni del ciclismo.

Sulla via Emilia pertanto, tra quattro settimane, è evidente che le cose da fare non mancheranno e questo lo si deve a un’organizzazione che, grazie all’indispensabile supporto dei propri partner strategici, si è adoperata

fino in fondo per facilitare e rendere la partecipazione all’evento il più numerosa e coinvolgente possibile, missione questa per la quale, tra le altre cose, sono stati approntati anche alcuni comodi pacchetti nella formula “hotel+pettorale” e sono state promosse una serie di iniziative (vedi i due convegni a tema in calendario nella giornata di sabato) volte a sensibilizzare i presenti in loco su temi di grande attualità come la mobilità ciclabile e il turismo sostenibile.

Tutto ciò, nel complesso, dà bene idea di come Parma si sia attrezzata in grande per accogliere al meglio le tante persone che accoreranno in città richiamate dal grande evento e far sì che la due giorni marchiata Étape du Tour possa essere in tutto e per tutto un vero momento di festa all’insegna delle due ruote, dello sport e della cultura. Un momento che in città, tra pedalate in compagnia, sprint a tutta in salita, discorsi ciclistici, risate leggere, fette di Culatello, tocchi di Parmigiano Reggiano e qualche bicchiere di Malvasia, si spera possa diventare un felice ricordo nella memoria di tanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Tester Day Festival: vi aspettiamo sabato e domenica per prove, tour, contest, corsi... Tutto gratuito! È il primo ritrovo della community di Ciclismo.it

04 April 2024

Trilogia dell'Avana

27 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio Tre

19 March 2024

Alpi Francesi: 4 giorni fra bici, sci, mountain kart e snow kite

16 March 2024

Vacanze in bici: il Club del Sole riserva uno sconto del 10% alla community di Ciclismo.it

01 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio uno

26 February 2024

Canyon Spectral CF, la mtb da trail "definitiva"

25 February 2024

L'Eroica sbarca a Cuba... ed è subito festa!

23 February 2024

Il nostro viaggio in Giordania: un Paese pronto ad accogliere i ciclisti

22 February 2024

Il Muro di Sormano: diario della scalata - Puntata Quattro

20 February 2024

Tutto Salute