di Jacopo Altobelli
09 February 2023

Giro d'Italia: la nuova Maglia Rosa 2023 è anche green

Anche quest'anno la nuova Maglia Rosa sarà firmata da Castelli e Sitip e, oltre ad essere rosa, sarà anche green. Da febbraio è disponibile all'acquisto nei negozi e sui siti specializzati

crediti foto LaPresse (Ufficio stampa RCS)

Mancano poco meno di tre mesi al Giro d'Italia 2023 ma già si può pregustare (e indossare) il suo più ambito simbolo: la Maglia Rosa, che dal mese di febbraio è disponibile in tutti i negozi e shop online specializzati. Come l'anno scorso sarà prodotta dal marchio Castelli e ha la peculiarità di essere realizzata con tessuti Sitip riciclati e sostenibnili. Viene indossata di chi guida la classifica generale del Giro ed è riconosciuta in tutto il mondo. Il suo colore, il rosa appunto, si deve al colore della Gazzetta dello Sport, da cui la corsa è nata. Il primo a indossare questa mitica maglia fu Learco Guerra, il 10 maggio del 1931, venne introdotta per rendere visibile il leader della corsa, ma a quell'epoca era di lana; l'ultimo è stato l'australiano Jay Hindley nel 2022. Mentre il record di maggor numero di maglie rosa indossate è del cannibale Eddy Merckx, che nella sua carriera ne ha collezionate ben 78, seguito da Moser con 57, Bartali con 50, Saronni con 49, Anquetil 42, Coppie e Hinault 31. In tutto, dal 1931 ad oggi, sono 260 i corridori che sono entrati nella storia indossandola almeno una volta.

1/3

crediti foto LaPresse (Ufficio stampa RCS)

crediti foto LaPresse (Ufficio stampa RCS)

“La Maglia Rosa è l’emblema del nostro Giro d’Italia. - sottolinea Urbano Cairo, Presidente di RCS MediaGroup - Un simbolo riconosciuto in tutto il mondo grazie ai tanti campioni che l’hanno indossata fin dalla sua nascita nel 1931. La Maglia Rosa si è evoluta negli anni come il ciclismo e tutto lo sport. Oggi raccontiamo di tre aziende che l’accompagnano e ne danno lustro: Castelli, storico marchio che ha associato già nel passato il suo brand a tanti vincitori del Giro d’Italia; ENEL, che da 8 anni ne è il top sponsor e Sitip che ne produce i tessuti riciclabili e sostenibili".

Manifattura Valcismon, con il suo marchio Castelli, ha rinnovato la partenership fino al 2026, mentre Sitip che ne firma il tessuto segna il traguardo già dei dieci anni di collaborazione con il Giro. Infine Enel accompagna l'evento dal 2016, con otto anni da title sponsor.

“È un onore per noi di Castelli poter rinnovare questa partnership, che ci ha dato il privilegio di produrre il simbolo del ciclismo nazionale. - commenta Alessio Cremonese, amministratore delegato di Manifattura Valcismon - Sin da bambino, qualunque amante della bicicletta sogna di vestire la Maglia Rosa e per noi è fantastico produrla e vederla indosso ai migliori ciclisti del pianeta che nelle ultime stagioni hanno brillato al Giro d’Italia.

Da sessant’anni Enel dà energia all’Italia e richiamare questo importante traguardo attraverso la Maglia Rosa significa evidenziare i punti di contatto tra energia e ciclismo. - aggiunge Nicola Lanzetta, direttore Italia di Enel - Quest’anno ce n’è uno in particolare da sottolineare: il Giro rappresenta un’Italia che vuole correre per far fronte alle difficoltà, crescere, raggiungere l’indipendenza energetica".

Silvana Pezzoli, vice presidente di Sitip, entusiasta per il passaggio del Giro da Bergamo, vicino alla sede dell'azienda di Cene, commenta: "Negli anni abbiamo accompagnato gli atleti con i nostri tessuti che sono diventati nel tempo riciclati e quindi sostenibili. A tal proposito, quest’anno abbiamo raggiunto un grande obiettivo, ovvero la pubblicazione del nostro primo Bilancio di Sostenibilità, che va di pari passo con la nostra concezione di un modello di business sempre più green, con il comparto R&D costantemente al lavoro per migliorare innovazione e performance e per garantire sempre più prodotti ecosostenibili e riciclati all’interno della nostra produzione”.

LA MAGLIA ROSA E' ANCHE DIGITALE

Se da febbraio la Maglia Rosa si può acquistare per poterla indossare fisicamente aspettando l'inizio del Giro, è disponibile anche nella collezione digitale su ItaliaNFT, il "principale marketplace italiano di collectible digitali e progetti web3", che era già partner di RCS Sport nella precedente edizione e si conferma anche quest'anno. Il sito ospiterà la colezione ufficiale, a partire proprio dalla nuova Maglia Rosa, ricreata in formato digitale e venduta come pezzo unico all'asta (a 600 euro), con in più una serie di benefit associati, come la possibilità di seguire la tappa finale di Roma a bordo di un'auto del Giro Club e la Maglia Rosa fisica del 2023. Gli NFT sono delle risorse digitali registrate in blockchain che possono essere acquistate, archiviate e vendute in modo sicuro e trasparente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Tester Day Festival: vi aspettiamo sabato e domenica per prove, tour, contest, corsi... Tutto gratuito! È il primo ritrovo della community di Ciclismo.it

04 April 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 1

27 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio Tre

19 March 2024

Alpi Francesi: 4 giorni fra bici, sci, mountain kart e snow kite

16 March 2024

Vacanze in bici: il Club del Sole riserva uno sconto del 10% alla community di Ciclismo.it

01 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio uno

26 February 2024

Canyon Spectral CF, la mtb da trail "definitiva"

25 February 2024

L'Eroica sbarca a Cuba... ed è subito festa!

23 February 2024

Il nostro viaggio in Giordania: un Paese pronto ad accogliere i ciclisti

22 February 2024

Il Muro di Sormano: diario della scalata - Puntata Quattro

20 February 2024

Tutto Salute