Statistiche web

Marco Aurelio Fontana all'Africa Eco Race: mtb e moto, una sola passione

L'amore per il fuoristrada e per le due ruote, a pedali e a motore, c'è sempre stata. La voglia di sfidare se stesso pure. Non sorprende pertanto la sua partecipazione al rally in sella alla Honda CRF450RX: 6.000 km, attraverso quattro Stati, percorrendo alcuni tratti delle ultime edizioni africane della mitica Parigi-Dakar

1/4

Un'immagine di Marco Aurelio Fontana all'Africa Eco Race, in sella alla sua Honda CRF450RX.

La passione e l’adrenalina per le due ruote continuano a scorrere nelle vene dell’esuberante Marco Aurelio Fontana. Per chi non lo conoscesse, è un mountain biker e ciclocrossista classe ’84 che, nel 2012, ha conquistato la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra nella specialità cross-country. Il podio porta con sé un aneddoto che ci riconduce alla iconica scena di Fantozzi e la sua “In sella… alla bersagliera!”. Infatti Marco, nella fase finale della gara, ruppe il reggisella, con conseguente perdita della sella stessa, e dovette pedalare senza fino al traguardo. La sua tenacia e caparbietà furono sotto gli occhi di tutto il Mondo.

1/4

Dalle Olimpiade di Londra del 2012, dove si aggiudicò la medaglia di bronzo affrontando gli ultimi km di gara senza potersi sedere, Fontana è soprannominato "eroe senza sella". 

A seguire, collaborazioni con importanti brand attivi nel settore mtb quali Focus (con cui fra l'altro ha vinto il primo Campionato Italiano di e-mtb, al Ciocco, nel 2020) e tuttora Scott, che lo hanno portato a prendere parte a gare internazionali di XC e alle Enduro World Series. Il fuoco che spinge verso la competizione si sta affievolendo, nel corso degli anni, ma la creazione di un personale canale YouTube e la formazione della Scuderia Fontana non lo allontanano mai del tutto dal contesto.

Fontana con la e-mtb da Enduro Focus Sam Square 6.9. 

Dentro di sé, fin da piccolo, "Fonzie" (come lo hanno soprannominato i fan) ha però sempre covato una passione parallela e che, proprio in questi giorni, ha raggiunto (per ora) l’apice: la moto da fuoristrada. Marco s’è rimesso in gioco e, proprio in questi giorni, sta partecipando alla Africa Eco Race, una gara nata nel 2009 si sviluppa lungo i percorsi delle ultime edizioni africane della Dakar, il rally raid per eccellenza. Lo sta facendo in sella a una Honda CRF450RX preparata da RS Moto e disegnata da Rodolfo Frascoli. La gara ha preso il via da Montecarlo (Francia) il 30 dicembre e terminerà il 14 gennaio, dopo 6.000 km, a Dakar in Senegal, attraversando Marocco e Mauritania. "La cosa che temo di più è dormire in tenda. Nel deserto la notte c’è una bella escursione termica", queste le sue parole prima della partenza che sottolineano il carattere avventuriero e primitivo della competizione (magari fosse quello il vero problema, ndr). Un obiettivo ed una scommessa in accordo con la moglie, stipulata 12 anni fa: “Corro in bici fino ai quaranta. Poi, però, faccio la Dakar" e così è stato.

Questa, per Marco, non è la prima volta in sella ad una due ruote con motore a scoppio. La passione gliel’ha trasmessa il papà: all’età di 3 anni la prima mini moto, lo scooter da ragazzino e oggi, nel garage, ha 10 esemplari; ha già partecipato nel 2021 alla Sei Giorni Internazionale di Enduro e poi a qualche Rally di Sardegna. Gli auguriamo un grosso in bocca al lupo!

Marco Aurelio e la Honda CRF450RX, preparata da RS Moto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo
Tutto Salute