“Pedal to Empower”, su Strava la Challenge per aiutare World Bicycle Relief

Obiettivo: un milione di chilometri da percorrere collettivamente per contribuire all’acquisto di bicilette per donne e ragazze

Ciclisti di tutto il mondo unitevi! In occasione della Giornata Mondiale della bicicletta, World Bicycle Relief e Strava lanciano una call to action globale per richiamare l’attenzione proprio sulla missione dell'organizzazione internazionale senza scopo di lucro che è specializzata in programmi di distribuzione di biciclette su larga scala e completi per aiutare la riduzione della povertà nei paesi in via di sviluppo di tutto il mondo.

Con la campagna Pedal to Empower, infatti, si invitano ciclisti di tutte le età e con qualsiasi livello di esperienza a partecipare a una sorta di pedalata collettiva di massa che aiuti a raggiungere l’obiettivo prefissato di un milione di chilometri tra il 3 e il 5 giugno.

Per la challenge, alla quale tutti sono invitati a partecipare registrandosi su Strava, sono considerate attività qualificanti: biciletta, handbike, e-bike, ma anche la pedalata virtuale. Una volta definito il percorso - al chiuso o all’aperto non importa dunque, quel che conta è pedalare - ogni partecipante sarà protagonista attivo dell’evento ciclistico mondiale più grande di sempre e potrà contribuire attivamente al progetto di World Bicycle Relief semplicemente pedalando o facendo una donazione, e sostenendo così donne e ragazze in condizione di necessità, regalando loro una bicicletta.

Un gesto piccolo solo in apparenza. Dotando giovani donne e ragazze di un mezzo di trasporto e di una forma di indipendenza, potranno vivere una vita più sicura, permettendo loro di accedere o semplicemente tagliando il tempo che impiegano negli spostamenti e permettendo loro di dedicarsi ad attività imprenditoriali, di studio o anche, più semplicemente al divertimento, migliorando così la loro qualità della vita.

Si potrà partecipare Iscrivendosi su Strava al club di World Bicycle Relief. La sfida, che sarà attiva dal 3 al 5 giugno, sarà su scala mondiale, quindi l’inizio e la fine varieranno a seconda del fuso orario locale di ciascun partecipante.

Nella sfida saranno incluse: tutte le attività su GPS, le attività manuali (comprese quelle indoor) e le attività virtuali che dovranno essere caricate su Strava entro tre giorni dal termine della sfida, impostando la privacy su "Tutti", "Solo tu" o "Follower" a seconda delle proprie preferenze.

Le attività contribuiranno in ogni caso ai progressi privati di ciascun partecipante sull’app aiutandolo a conquistare badge e ricompense, ma le classifiche saranno stilate nel rispetto delle impostazioni della privacy di ognuno, quindi le posizioni in classifica saranno determinate solo dalle attività visibili a Tutti.

"Crediamo che le donne e le ragazze possano cambiare il mondo. - sottolinea Adrienne Karecki, Global Executive Director of Development & Communications di World Bicycle Relief - Partecipando alla più grande giornata ciclistica del mondo, i ciclisti e i loro sostenitori possono contribuire a creare un impatto immediato per coloro che non hanno accesso a un proprio mezzo di trasporto. Donando quello che possono e pedalando con noi, i ciclisti di tutto il mondo aiuteranno le donne e le ragazze a vivere una vita più sicura, ad accedere rapidamente all'istruzione e all'assistenza sanitaria o semplicemente a ridurre il tempo trascorso in viaggio a favore dell'imprenditoria e del gioco."

© RIPRODUZIONE RISERVATA