Tadej Pogačar e la solitudine dei primi

Tadej Pogačar e la solitudine dei primi

Se vinci troppo, fai arrabbiare la gente. Ma regalare le vittorie non è facile, ci vuole stile... e non è neanche giusto. Se vinci troppo, sei esposto a mille dubbi e illazioni, compresa quella di doping

Tour de France - Tappa 21: inside out... è l'ora delle emozioni

Tour de France - Tappa 21: inside out... è l'ora delle emozioni

Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) finisce in bellezza la Grande Boucle 2024 vincendo anche la cronometro da Monaco a Nizza (33,7 km ) e inanellando il suo sesto successo di tappa con un margine di 1'03"su Jonas Vingegaard (Visma-Lease a Bike) e di i 1'14" su Remco Evenepoel (Soudal-Quick Step). In classifica generale i minuti di scarto del danese sullo sloveno sono 6'17" e quelli del belga 9'18". Ma oltre i numeri ci ricorderemo di questa edizione della corsa gialla per le suggestioni suscitate dai loro protagonisti

Tour de France - tappa 20: Poga-star e Vingo l'antieroe

Tour de France - tappa 20: Poga-star e Vingo l'antieroe

Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) sul Col de la Couillole (1.678 m) ha conquistato la sua quinta vittoria alla Grande Boucle 2024 battendo Jonas Vingegaard (Visma-Lease a Bike) di 7". Terzo Richard Carapaz (EF Education-EasyPost), che ha sognato il successo sull'ultima salita, ma si è dovuto arrendere ai due giganti, che lo hanno seccato nell'ultimo chilometro. Ha chiuso a +23" e consolidato il suo trionfo nella classifica della Montagna. Remco Evenepoel (Soudal-Quick Step) quarto a 53" dal vincitore

Tour de France - tappa 19: la frazione regina ha incoronato il suo re  (ma la Bonette non è la strada più alta d'Europa, come dicono i francesi)

Tour de France - tappa 19: la frazione regina ha incoronato il suo re (ma la Bonette non è la strada più alta d'Europa, come dicono i francesi)

La quarta vittoria di tappa e la terza in giallo al Tour di quest'anno hanno visto Pogačar (UAE Team Emirates) finire con 21" di vantaggio su Matteo Jorgenson (Visma-Lease a Bike) e 40" su Simon Yates (Jayco-AlUla), entrambi in fuga. Remco Evenepoel (Soudal-Quick Step) e Jonas Vingegaard (Visma-Lease a Bike) hanno tagliato il traguardo rispettivamente quinto e sesto, dietro al quarto classificato Richard Carapaz (EF Education-EasyPost), che è la nuova maglia a pois

Tour de France -tappa 15: il Tour è finito?

Tour de France -tappa 15: il Tour è finito?

Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) ha conquistato il Plateau de Beille chiudendo con 1'08" di vantaggio su Jonas Vingegaard (Visma-Lease a Bike). È la terza vittoria dello sloveno e gli dà un vantaggio di 3'09" in classifica generale sul suo rivale, con sei tappe rimanenti. Remco Evenepoel (Soudal-Quick Step) ha concluso la tappa al terzo posto a 2'51", quindi ha accumulato un ritardo in classifica generale di 5'19". Mancano ancora quattro tappe di montagna, ma la sensazione è che il finale sia già scritto...

Tour de France - tappa 14: la rivincita di Pogačar

Tour de France - tappa 14: la rivincita di Pogačar

Una tattica di gara ineccepibile ha condotto la Maglia Gialla a tagliare il traguardo con 39" su Jonas Vingegaard (Visma-Lease a Bike) e 1'10" su Remco Evenepoel (Soudal-Quick Step), che si è piazzato terzo. Lo sloveno ha quindi aumentato il suo vantaggio complessivo a 1'57" sul danese, che è salito al secondo posto in classifica generale, con il belga ora terzo a 2'22"

Tour de France - tappa 4: lo schiaffo del Galibier

Tour de France - tappa 4: lo schiaffo del Galibier

Nella 4^ tappa del Tour, da Pinerolo a Valloire (140 km), che ha riportato il Tour in Francia dopo le prime tre tappe in Italia, Tadej Pogacar attacca nell'ultimo tratto di salita sul Galibier r (2.642 m), poi in discesa stacca i principali avversarie si riprende la maglia gialla. È la sua 78esima vittoria in carriera

A stretto Giro -Tappa 21: vuoto

A stretto Giro -Tappa 21: vuoto

Sì, Tadej Pogačar se l'è mangiato il Giro. Arrivo spettacolare nella Città Eterna con un circuito ripetuto otto volte e consacrazione dell' "imperatore". Benché la sua vittoria fosse annunciata ci ha intrattenuto tappa dopo tappa mostrando le sue doti di grande regista oltre che di performer. Lo sloveno succede al suo connazionale Roglic, mentre il belga Tim Merlier ha preceduto Milan nel gran finale sulle strade della Capitale

A stretto Giro - tappa 20: l'arte di far spettacolo

A stretto Giro - tappa 20: l'arte di far spettacolo

Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) ci regala un altro show vincendo la Alpago-Bassano del Grappa (184 km) e precedendo di oltre due minuti Valentin Paret-Peintre (Decathlon AG2R La Mondiale Team) e Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe). Questo è il suo sesto successo di tappa e il 20esimo giorno in maglia rosa

Giro d'Italia - tappa 16: l'ammutinamento

Giro d'Italia - tappa 16: l'ammutinamento

Un epilogo di tappa quasi manierista da parte di Tadej Pogacar che, scortato dal polacco Majka, si lancia nella fuga 2 km prima del traguardo e conquista il Monte Pana superando il nostro giovanissimo e coraggioso Giulio Pelizzari (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè). Una frazione, quella di Lasa-Santa Cristina Val Gardena, funestata dal maltempo, dall'ammutinamento dei corridori a Livigno, dai dissidi fra questi e l'organizzazione (non solo RCS, ma anche UCI). Per tutto ciò è stata accorciata di oltre 80 km, sacrificando passi iconici e un certo spirito nell'affrontarli. Terzo Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe) che torna secondo nella classifica generale

A stretto Giro - tappa 15: il mago

A stretto Giro - tappa 15: il mago

Tadej Pogačar ha riservato per la 15^ tappa, la più dura e la più prestigiosa, l'ennesimo coup de théatre, divorando strada e avversari negli ultimi chilometri della la Manerba del Garda-Livigno (222 km). Alle sue spalle Nairo Quintana (Movistar Team) e Georg Steinhauser (EF Education-EasyPost) che avevano coraggiosamente tentato la fuga prima dello sloveno

A stretto Giro - tappa 8: team building

A stretto Giro - tappa 8: team building

Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) all'ombra del Gran Sasso conquista il suo decimo successo di stagione e il terzo al Giro, dopo Oropa e la cronometro della Foligno-Perugia. A detta del campione sloveno il gradino più alto del podio alla Spoleto-Prati di Tivo (152 km) non era in programma. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe) e Ben O'Connor (Decathlon AG2R La Mondiale Team). Quarto il nostro Antonio Tiberi (Bahrain – Victorious)

A stretto Giro - Tappa 7: il peso del tempo

A stretto Giro - Tappa 7: il peso del tempo

La Maglia Rosa Tadej Pogacar vince la sfida con Filippo Ganna nella cronometro della Foligno-Perugia (40.6 km) conquistando il suo secondo successo personale al Giro d'Italia. Lo sloveno, in ritardo di 47" dal pistard italiano al secondo intermedio, si è scatenato nel tratto finale in salita (Casaglia)

Giro d'Italia: Torino è pronta ad accogliere la Corsa Rosa. Ripassone generale

Giro d'Italia: Torino è pronta ad accogliere la Corsa Rosa. Ripassone generale

L'evento, che vede schierate 22 formazioni per un totale di 176 corridori, prenderà il via da Venaria Reale il 4 maggio. Proviamo ad offrirvi un riassuntone con favoriti, altimetrie, percorsi, orari, canali, start list

Le ultime News
Il Turismo

Una Cargo Gang alla conquista del Colle del Nivolet

26 June 2024

Giordania: il Wadi Rum in bici? Un'esperienza mistica

17 June 2024

Wikiloc lancia due nuove funzioni: Route Planner e Mappe 3D

16 June 2024

BikeUp Torino: una grande occasione di vivere l'elettrico (Anello di Superga compreso!)

07 June 2024

Raccontaci il tuo BAM! e vinci la coppia di borse GIVI-Bike Junter con cui Giulia Baroncini ha affrontato la sua Milano-Chicago

06 June 2024

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno torna, a Mantova, BAM!, il più grande raduno europeo di viaggiatori in bici

04 June 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - episodio tre

17 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio due

07 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio uno

03 May 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 3

27 April 2024

Tutto Salute
"Non siamo alla Playstation", riecheggiano le parole di Tim Wellens dopo l'ultima performance di MVDP

"Non siamo alla Playstation", riecheggiano le parole di Tim Wellens dopo l'ultima performance di MVDP

L’affermazione del belga Tim Wellens fatta Milano-Sanremo 2024 ha lanciato uno spunto interessante per analizzare l’attuale panorama ciclistico élite, in cui il livello raggiunto da alcuni “top gamer” lo fa sembrare facile come giocare ad un videogioco

Milano-Sanremo: numeri e curiosità

Milano-Sanremo: numeri e curiosità

Il velocista della Alpecin-Deceuninck, Jasper Philipsen, si è imposto su Michael Matthews (Team Jayco AlUla) e Tadej Pogacar (UAE Team Emirates). Alberto Bettiol quinto. Ma, oltre ai tempi di gara, ci sono altri numeri significativi, che vi raccontiamo


Milano-Sanremo: partenza, squadre e favoriti

Milano-Sanremo: partenza, squadre e favoriti

Il percorso della Milano-San Remo 2024 lo avevamo già presentato, qui trovate iscritti e fotogallery delle squadre partecipanti all’edizione 115 della Classicissima. la gara parte alle 10.15 da Pavia e l’arrivo è previsto nella città ligure tra le ore 16.50 e le 17.30. Diretta tv: Eurosport 2 dalle 9.50, Raisport dalle 9.35 alle 14.00, Rai Due dalle 14.00. Diretta streaming: Raiplay dalle 9.35, Eurosport.it, NOW, SKyGo, DAZN, Discovery+ dalle 9.50


Strade Bianche: la fuga infinita di Tadej scalda la stagione 2024

Strade Bianche: la fuga infinita di Tadej scalda la stagione 2024

Tadej Pogačar è il vincitore incontrastato della diciottesima edizione della Strade Bianche. Dopo un assolo di 81 km, cominciato sul Monte Sante Marie, lo sloveno della UAE Team Emirates è andato in fuga e dietro di lui si è creato il vuoto. A a 2'44" il lettone Toms Skujins del team Lidl-Trek, a 2'47" il belga Maxim Van Gils della Lotto Dstny. La Campionessa del Mondo Lotte Kopecky della team SD Worx bissa il successo del 2022 davanti ad Elisa Longo Borghini della Lidl-Trek. L'olandese Demi Vollering, compagna di squadra della vincitrice, terza

Oggi lo spettacolo della Strade Bianche: occhi puntati su Pidcock e Pogačar

Oggi lo spettacolo della Strade Bianche: occhi puntati su Pidcock e Pogačar

Alla Fortezza Medicea di Siena, sotto una pioggia battente, ieri hanno sfilato i 49 team che oggi si sfideranno nella 10^ edizione della Strade Bianche Women Elite Crédit Agricole e nella 18^ edizione della Strade Bianche Crédit Agricole. La gara femminile andrà in onda sulle piattaforme RaiPlay, Eurosport e Disney+ a partire dalle 12.00 mentre la prova maschile su Rai2, Eurosport e Disney+ inizierà alle ore 14

L'intelligenza artificiale approda nel ciclismo

L'intelligenza artificiale approda nel ciclismo

Il futuro è già dietro l'angolo: un'azienda cinese ha presentato il primo prototipo di bici con ChatGBT integrato; alcuni team del World Tour utilizzano i cosiddetti "big data" per ottimizzare l'allenamento e le prestazioni degli atleti, come l'UAE Team Emirates, in cui corre il campione sloveno Tadej Pogacar

Fair play nel ciclismo: fa sempre bene allo sport, anche se è tattico

Fair play nel ciclismo: fa sempre bene allo sport, anche se è tattico

Non è sempre facile interpretare i gesti di fair play dei pro durante il World Tour o in occasione di altri importanti appuntamenti agonistici: a volte sono sinceri, altre sono tattici, anche se in apparenza sembrano fatti in buona fede. Ricordiamo qualche episodio celebre, rimasto negli annali del nostro sport

È ufficiale: Tadej parteciperà al Giro 2024

È ufficiale: Tadej parteciperà al Giro 2024

L’attesa è finalmente stata ripagata! Tadej Pogačar ha annunciato ufficialmente che sarà presente al Giro d’Italia 2024. Una notizia tanto aspettata dai tifosi italiani che vedranno per la prima volta nella sua carriera, lo sloveno impegnato nella Corsa Rosa

All’asta la bici di Pinot...

All’asta la bici di Pinot...

...e anche quelle di Pogačar e dei suoi compagni di squadra. Pezzi unici, forse più da collezione che per le nostre semplici uscite domenicali. Per la bici del ciclista francese avete ancora poche ore per aggiudicarvela. C'è poi una pregevole iniziativa benefica che mette all'asta memorabilia varia donati da corridori e top brand del ciclismo... una bella idea per i regali di Natale

Colnago V4RS: quando la storia forgia il campione

Colnago V4RS: quando la storia forgia il campione

Lo sloveno Tadej Pogačar in sella alla sua Colnago V4RS sta inanellando successi su successi, che lo hanno portato ad essere il ciclista con il maggior numero di presenze sul gradino più alto del podio nelle ultime stagioni. Vediamo cosa c'è dietro quel gioiello in fibra di carbonio nato in galleria del vento e nato per vincere, ma conosciamo anche le sue sorelle più accessibili

Pogačar ai mondiali di Glasgow con una Colnago V4Rs iridescente

Pogačar ai mondiali di Glasgow con una Colnago V4Rs iridescente

Il campione sloveno ha corso a Glasgow con il modello Glass-wegian, studiato da Pogačar stesso con il team di Colnago