di DaBike
03 November 2023

Il sogno Filante di Cavendish è Made in Italy

Mark Cavendish vuole chiudere la carriera battendo il record di Eddy Merckx, al momento solo eguagliato con 34 vittorie in attivo sui traguardi di tappe riservate ai velocisti presenti al Tour. E vuole farlo in sella a quel gioiello italiano che è la Wilier Filante SLR. Per chi può solo sognare questa bici ha modo di rifarsi con una proposta di media gamma o un'entry-level. Di seguito caratteristiche e prezzi

1/4

Indovinello: cos’hanno in comune un chimico, un campione di bici e una banana? Nessuna idea? Ve lo dico io allora, il nome o meglio…il cognome. Stiamo parlando infatti di Cavendish, che è sia una varietà di banane coltivata e risalente addirittura al ‘400, sia un chimico e fisico inglese che si dedicò a numerosi studi uno dei quali sulla misurazione della massa terrestre, ed infine il Cavendish che più interessa a noi: Mark, Campione del Mondo su strada nel 2011, collezionista di successi e ora a caccia del record di vittorie al Tour de France, precisamente della numero 35, sogno quest’anno svanito a causa di una caduta e rimandato al 2024, all’età di 39 anni, rivedendo le sue dichiarazioni di annunciata fine carriera al termine della stagione ’23. Cavendish è infatti intenzionato a chiudere la carriera battendo il record di Eddy Merckx, al momento solo eguagliato con 34 vittorie in attivo sui traguardi di tappe riservate ai velocisti presenti al Tour. La specialità di Mark infatti è lo sprint, tanto che gli è valso il soprannome di “the Cannonball” (palla di cannone) per le sue volate esplosive che lo hanno portato ad aggiudicarsi la maglia di leader della classifica a punti in tutti e tre i Grandi Giri.

Il momento in cui Mark Cavendish è caduto alla tappa 8 del Tour de France.

La bici del record?

In sella a quale bici Mark è a caccia di questo sogno? Stiamo parlando della Wilier Triestina, azienda italiana con sede a Rossano Veneto (VI), che fornisce le bici alla squadra kazaka Astana Qazaqstan Team in cui milita tutt’ora il ciclista britannico. Essendo un velocista, la bici a lui affidata è la Filante SLR, un modello studiato dagli ingegneri italiani per massimizzare i vantaggi aerodinamici mantenendo comunque un’eccezionale leggerezza: questa bici pesa infatti 6,8 kg. Qui troviamo una raffinata, reattiva e leggera qualità della fibra di carbonio presa in prestito dalla Wilier 0 SLR, il modello destinato agli scalatori e venduta oltretutto allo stesso prezzo, soluzioni aerodinamiche quali passaggio cavi interno e l’usuale manubrio integrato piatto, linee morbide ed arrotondate per i tubi del telaio che favoriscono la penetrazione dell’aria. Cavendish sul suo modello utilizza il gruppo completo Shimano Dura – Ace Di2 R9270 quindi con trasmissione elettronica a 12v (11-30 x 54-40), misuratore di potenza e freni a disco. Ma il tocco di eleganza, con un supplemento però di 800 euro, non può mancare in una produzione italiana: la verniciatura azzurra che richiama i colori della squadra riportano un effetto marmo davvero di classe. Il prezzo vede aggirarsi intorno agli 11.300 euro, leggermente in aumento sugli altri gruppi fra cui scegliere.

1/2

La Wilier Filante SLR utilizzata da Cavendish durante la stagione ’23 World Tour.

Cento10 SL: "molto di più per molti di più"

Ma per noi ciclisti amatoriali, a prescindere dalla disponibilità economica, abbiamo veramente bisogno di queste soluzioni per affrontare al meglio una Gran Fondo o una cronoscalata? Ecco cosa propone a catalogo la casa italiana.

Per il medio di gamma Wilier schiera il modello come da lei definito “molto di più per molti di più” ovvero la Cento10 SL che va ad abbracciare le esigenze della maggior parte dei ciclisti con un rapporto qualità prezzo davvero interessante, da qui infatti ne deriva lo slogan. Cosa ci aspetta su questo modello lo scopriamo ora. Telaio in fibra di carbonio discendente della fibra utilizzata dai pro in gruppo non più di 4 anni fa, che trasmette un buon senso di reattività e gusto nella guida, a scelta su entrambi il gruppo elettronico 12v SHIMANO 105 DI2 RD-R7150 o SRAM RIVAL ETAP AXS in alternativa, freni a disco e l’invariata attenzione all’aerodinamicità con le solite soluzioni del passaggio cavi nascosto all’interno del telaio e il manubrio integrato. Essendo una bici aero di medio livello vediamo salire il peso totale del mezzo a poco meno di 9 kg, ma scende di molto il prezzo: 4.400 euro. Il vero rimpianto rimane soltanto a livello estetico, qui vediamo venir meno l’effetto marmo presente nelle varianti colore della sua sorella top di gamma.

Wilier GTR Team, l’entry – level del marchio italiano.

Wilier Garda, forse la giusta scelta per chi si approccia al mondo del ciclismo.

Proposta entry-level

Per chi si avvicina al mondo del ciclismo o vive la bicicletta come piacere ricreativo da trascorrere viaggiando all’aria aperta, il prodotto nostrano non ci viene molto in aiuto a differenza dei brand finora presi in esame. Wilier propone un unico modello entry – level e si tratta della GTR Team, molto rilassata nelle geometrie non essendo un prodotto destinato alla competizione, in allestimento Shimano 105 RD-R7000-SS 11v con freni a pattino tradizionali alla cifra di 2.050 euro. Per chi volesse invece i più moderni freni a disco deve prepararsi a spendere 500 euro in più, non pochi certo soprattutto se paragonati al modello Garda appena più curato, che partendo da 2.700 euro offre il più moderno Shimano 105 RD-R7100 a 12 velocità, freni a disco e una pulizia estetica migliorata grazie al passaggio cavi interno al telaio, rimarcando l’attenzione all’aerodinamicità del marchio italiano. In questo segmento entry – level, in casa Wilier, la scelta è da valutare molto bene da parte del cliente e dalle sue reali necessità ciclistiche. Rimane comunque da sottolineare che la possibilità di vincere uno sprint finale nelle nostre uscite in allenamento o in una scampagnata domenicale per Wilier è sempre l’obiettivo principale.

... gli altri campioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - episodio tre

17 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio due

07 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio uno

03 May 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 3

27 April 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 2

18 April 2024

Tester Day Festival: vi aspettiamo sabato e domenica per prove, tour, contest, corsi... Tutto gratuito! È il primo ritrovo della community di Ciclismo.it

04 April 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 1

27 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio Tre

19 March 2024

Alpi Francesi: 4 giorni fra bici, sci, mountain kart e snow kite

16 March 2024

Vacanze in bici: il Club del Sole riserva uno sconto del 10% alla community di Ciclismo.it

01 March 2024

Tutto Salute