Granfondo Nibali, per scoprire le Marche pedalando

Granfondo Nibali, il primo grande evento triennale di cicloturismo si terrà il 15-16-17 ottobre prossimo con base a Porto Recanati.

Le Marche e la bici per conoscere il territorio e portare turismo. Ci penserà la «Granfondo Nibali», il primo grande evento triennale di cicloturismo delle regione che si terrà il 15-16-17 ottobre prossimo con base a Porto Recanati. Tre i percorsi che si potranno affrontare, con diversa tipologia di chilometraggio, per un evento che non sarà solo sportivo ma sarà anche di intrattenimento per le famiglie. La Granfondo sarà l'unica tappa italiana del circuito Gran Fondo World Tour: un circuito che consente ai ciclisti sportivi e amatoriali di tutto il mondo di pedalare attraverso paesaggi mozzafiato, vivendo le tradizioni culturali locali su percorsi indimenticabili. Prevista la partecipazione anche di Vincenzo Nibali, testimonial delle Marche per il settore ciclistico. L'iniziativa sarà triennale ed è stata presentata oggi nel corso di una videoconferenza alla stampa specializzata nazionale ed estera. Presenti l'assessore regionale allo Sport Giorgia Latini e l'assessore al Bilancio e alla Ricostruzione Guido Castelli, Andrea Tonti, Direttore Generale Granfondo Nibali e Dani Buyo Ceo Granfondo World Tour. Per l'assessore Latini l'evento «contribuirà a rilanciare la nostra regione promuovendo l'arte, la cultura, l'enogastronomia, l'artigianato, i paesaggi». Stimato il coinvolgimento di circa 10 mila persone con un indotto economico di oltre tre milioni di euro per il territorio.

L'assessore Castelli ha annunciato che parteciperà alla competizione. «Dopo tanti anni in giro per il mondo - ha detto Andrea Tonti, ex ciclista professionista, marchigiano, organizzatore dell'evento - sono fiero di questo grande progetto per la mia terra che resta sempre la più bella. Saranno tre giorni di eventi, nei quali abbiamo cercato di racchiudere diverse tipologie di esperienze, tutte rivolte al territorio». La Gran Fondo agonistica, è in programma la domenica mattina con due percorsi, il lungo di 120 chilometri e il medio di circa 80. Per il venerdì invece è prevista una randonnée molto impegnativa che alcuni siti internazionali hanno catalogato tra le più dure d'Europa, per il dislivello totale che supera i 5000 metri. Da qui il nome Nibali 5 Mila Marche. «Abbiamo una regione meravigliosa - ha aggiunto Tonti - che vogliamo promuovere e per questo tutti i Comuni che attraverseremo avranno punti-ristoro caratterizzati dalle eccellenze regionali, con degustazioni vere e proprie». Dani Buyo ha parlato delle Marche come «il massimo che i ciclisti e le loro famiglie possono desiderare perché offrono arte, mare, montagne, colline, cibo e buon vino. Quando abbiamo cominciato a pensare al Granfondo World Tour il nostro obiettivo era proprio quello di coniugare la bicicletta e la scoperta del territorio e questa regione si è dimostrata la candidata ideale»

© RIPRODUZIONE RISERVATA