Cinque costose biciclette recuperate dai carabinieri grazie al gps nascosto sotto la sella

Le biciclete, del valore complessivo di oltre 20mila euro, erano state rubate nei giorni precedenti dai campeggi sul Lago di Garda, ma la tecnologia gps ha aiutato i militari dell'Arma a ritrovare il bottino dei ladri.

Il raid notturno dei ladri aveva preso di mira i campeggi situati sulla riva del lago di Garda. Il bottino era stato di tre biciclette di alto livello, per un valore complessivo di oltre 20 mila euro. Ma i criminali non avevano fatto i conti con un dispositivo antifurto gps nascosto sotto la sella di uno dei gioiellini su due ruote appena rubati. E' successo nei giorni scorsi nel comune di Lazise, in provincia di Verona. I Carabinieri della locale stazione hanno ricevuto le denunce di tre turisti stranieri che nella notte avevano subito il furto delle loro mountain bike, tra le quali una elettrica, per un valore compreso tra i 3mila e i 9mila euro ciascuna. Sono così partite le indagini e, proprio seguendo la posizione indicata dal segnalatore gps nascosto, i carabinieri sono stati condotti in un casolare abbandonato alla periferia di Verona, nella frazione di Ca' di David. Qui, oltre alla bici con il segnalatore, opportunamente occultate tra la vegetazione, i miltari dell'Arma hanno rinvenuto altre 4 costose biciclette. Queste sono poi state tutte riconsegnate ai legittimi proprietari, che ormai avevano perso le speranze di recuperarle. Ora le indagini continueranno per cercare di individuare i responsabili del furto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA