"Colli Aperti" ai ciclisti Il Manifesto di residenti e imprese della collina di Bologna

Il manifesto per i "Colli Apert" promosso e sottoscritto da oltre una ventina di realtà del territorio, si propone di rilanciare i Colli Bolognesi per un turismo sostenibile.

I Colli Bolognesi amici dei ciclisti e degli escursionisti. Riaprire vecchi sentieri e strade, potenziare la rete escursionistica, chiudere alcune strade al traffico nei weekend e aumentare il trasporto pubblico verso i parchi, ridurre la velocità con Zone30 e dissuasori e aumentare la sicurezza per pedoni e ciclisti, promuovere una frequentazione sostenibile, favorire il presidio della collina.

Sono alcune delle proposte presenti nel manifesto per i "Colli Aperti" promosso e sottoscritto da oltre una ventina di realtà del territorio fra associazioni cittadine, imprenditori, residenti e fruitori della collina di Bologna.

I promotori sottolineano come tra gli effetti della pandemia ci sia stata la riscoperta della collina bolognese, con tantissime persone che si sono riversate a camminare e ad andare in bici sui colli, soprattutto nei weekend. Riscoperta favorita dal bisogno di stare in libertà nel verde, ma che tuttavia si è scontrata anche con alcuni problemi. Come, rimarcano, le poche strade di accesso ai colli, il veloce traffico, la difficoltà di avere a disposizione pochi sentieri riservati ai camminatori e pochi spazi verdi. Di qui la nascita di un movimento e di una rete per promuovere la frequentazione sostenibile della collina bolognese. Il manifesto sarà sottoposto alla città e agli amministratori pubblici con annessa una serie di proposte. "Due persone sono morte in bicicletta sui colli nel 2020, alcuni sentieri sono stati chiusi per il troppo afflusso, non possiamo permetterci di ignorare il fenomeno, va accompagnato - ha dichiarato Simona Larghetti, Presidente della Consulta della Bicicletta tra i promotori del Manifesto - Chiediamo all'amministrazione una pianificazione strategica sui colli che cominci da subito con gli interventi più semplici, chiediamo ai candidati sindaco una visione lungimirante".

© RIPRODUZIONE RISERVATA