Statistiche web
di DaBike
24 December 2023

Spettacolo annunciato ad Anversa: 3 titani del ciclocross in gara, ma non è stata vera sfida

Otto giri di spettacolo e gambe da veri campioni. Questo potrebbe essere il riassunto della tappa di Coppa del Mondo di Ciclocross disputatasi ieri nella città belga. In realtà il vero show l'ha fatto MVDP che, dopo essere scivolato al 25° posto per un problema, rimonta clamorosamente conquistando il gradino più alto del podio. Van Aert non ci prova neppure a cercare lo scontro diretto. Pidcock, a causa di una caduta, si deve accontentare dell'ottavo posto

La critica mossa dal presidente UCI Lappartient ha avuto i suoi effetti. La presenza di tutti e 3 i più grandi campioni del movimento ciclocross contemporaneamente in gara, ha visto infatti impennare il numero dei tifosi a bordo circuito. In migliaia accorsi per vedere la grande sfida tanto attesa, che si è disputata ad Anversa, città portuale belga situata sul fiume Schelda. Di origine medievale, rinomata per le migliaia di commercianti, tagliatori e operatori nel settore dei diamanti.. Già subito alla partenza, il Campione del Mondo in carica Mathieu van der Poel, ha un problema con l’aggancio della scarpa sul pedale che lo fa scivolare nelle posizioni centrali del gruppo, a cui si vanno ad aggiungere altri secondi di ritardo quando è costretto a rallentare a causa della caduta di Tom Pidcock avvenuta sulla prima curva affrontata sulla sabbia. Il tracciato di Anversa presenta infatti molte difficoltà tecniche che lo rendono molto impegnativo sia a livello di gesto atletico sia di guidabilità: lunghi tratti da percorrere su un’insidiosa sabbia, altri su un terreno umido e segnato dai solchi lasciati dalle categorie che hanno corso precedentemente ed infine due brevi tratti su asfalto. Nel frattempo Wout Van Aert, in totale gestione, pedala nel gruppo di testa a fianco di Iserbyt, Vanthourenhout, Ronhaar, Sweeck e Nieuwenhuis, senza mai forzare.

1/2

La rimonta di MVDP è pressoché immediata. Al termine del primo giro si è già riportato a ridosso del podio, ma dopo qualche spallata e sorpasso tra i quali con il rivale van Aert, alla fine della seconda tornata, con una delle sue accelerate, imprime definitivamente il suo ritmo. Si porta in testa e saluta l’intero gruppo che lo raggiungerà stremato con 29” di ritardo al traguardo.

È Van Aert stesso ad aggiudicarsi la seconda piazza, che per tutta la gara non ha mai voluto rispondere agli attacchi dell’olandese anche se ha dimostrato nel finale di avere la giusta gamba per poterlo fare. Terzo il leader di Coppa Eli Iserbyt.

Deludente si fa per dire la prestazione di Pidcock, che ha chiuso 8° a 1’14”. Già nel pre gara aveva annunciato la non ottima condizione per la giornata a causa della stanchezza accumulata nelle precedenti giornate di allenamento su strada e per questo non ha voluto spingere più del necessario. Un duello quindi che non ha ripagato fino in fondo le lunghe attese, ma del resto la loro stagione non è composta solamente dal ciclocross. I differenti obiettivi stagionali prefissati per ciascuno di loro, non tendono a coincidere con i medesimi picchi di forma nello stesso intervallo di tempo. Da qui, spiegata la conduzione e il risultato di gara.

i 3 fuoriclasse si sontreranno nuovamente in altre cinque occasioni, la prima delle quali già il 26 dicembre, sul circuito di Gavere (Bel). Chissà se la magia del Natale ci regalerà il verdetto finale tanto atteso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo
Tutto Salute