22 novembre 2010

La “fissa” alternativa

Single speed da trasporto urbano, Uorc stabilisce un nuovo termine di paragone per questo tipo di bici

La “fissa” alternativa

Il telaio è doppia canna saldato a Tig con particolari saldobrasati. Il portapacchi è di grandi dimensioni, come quelli di una volta, fatto con tubi di CrMo di 18 mm, il posteriore strutturale, l'anteriore fissato alla forcella (testa fatta a mano) con brugole che si inseriscono in sedi filettate saldate nella forcella stessa in sede di fabbricazione, telaio con tubi in acciaio a spessore costante da 1,2 e 1,4 mm (tubo sella), verniciatura con trasparente a polvere a 220° sul telaio grezzo, impallinato in ghisa, cerchi Ambrosio Keba, mozzo anteriore Miche al, raggi Sapim inox, coperture Schwalbe Big Apple 28 x 2.35 (più di così non si può, i cerchi da 28 con su 70 mm di gomma diventano impressionanti), freni V brake Tektro, cambio nel mozzo Sturmey Archer a 5 velocità (in arrivo il nuovo manettino di comando in metallo), guarnitura Fsa Felice Gimondi (dedicata al campione bergamasco) con corona Lasco a 39 denti, serie sterzo Ofmega Cx vintage, pedali Mks, cavalletto doppio "svizzero", pipa, tubo sella e manubrio in alluminio, sella Avon clone Brooks in attesa di ricevere quella originale, impianto luci (ancora da montare, forse) Fibre Flare. Portata prevista 160 kg (100 di proprietario e 30+30 sui portapacchi). La produce Orco cicli di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA