Jam e Thron: due nuove mtb per tornare bambini

Le due nuove moutain bike lanciate da Focus si chiamano Jam e Thron e sono fatte per divertirsi, per lasciare tutti i pensieri alle spalle e liberare il bambino che c'è dentro di sé. Non resta che scegliere un "parco giochi" naturale, in montagna o vicino a casa, e lasciarsi andare.

1/5

I testimonial Olly Wilkins e Ben Deakin si divertono come bambini tra un ride e l’altro

Non sono biciclette, ma strumenti per tornare bambini. Biglietti per andare indietro a quel tempo senza pensieri e preoccupazioni. Le due nuove mountain bike di Focus hanno l’ambizione di far ritrovare lo spirito più autentico del gioco: la spensieratezza. “Ricordi quella sensazione quando niente contava davvero se non giocare con i tuoi amici? - si legge nella presentazione – cresciamo ma non smettiamo mai di giocare, anche se il nostro parco giochi è cambiato: qual è il tuo parco giochi?”. Questi due nuovi giocattolini si chiamano Jam e Thron: la prima è una all mountain ottima per le discese, con forcelle full da 150 mm; la seconda è una trail pensata per ogni sentiero, con forcelle da 130 mm. Sono entrambe in alluminio e hanno il passaggio cavi completamente integrato. Il prezzo è abbordabile, varia da circa 2500 euro per la versione base della Thron fino a un massimo 3400 euro della Jam più sofisticata. Le versioni con il migliore equipaggiamento sono dotate di cambio Shimano XT e sospensioni Fox. Le ruote sono da 29. I colori disponibili sono un grigio chiaro "Sky Gray" per la Jam e la doppia opzione "Mineral Green" o "Slata Gray" per la Thron. Il peso è di 15,8-15,9 kg per la Jam e di 15,5-15,7 kg per la Thron, in base all'allestimento. Tutte le info sul sito di Focus Bikes Italia.

La rinnovata Jam

Focus la definisce una bici dal “carattere giocoso e intuitivo”, dalla geometria perfetta per divertirsi. E’ una bici da trail all-mountain in alluminio con forcelle full-suspended da 150mm. Dotata di grande manovrabilità e agilità, dà la sicurezza necessaria per qualsiasi discesa. Riprende lo sviluppo del vecchio modello ma, grazie anche all’arrivo della sorella minore Thron, la Jam ora è stata focalizzata maggiormente sulla discesa. Nei dettagli: l’angolo di sterzo è diventato molto più lento, essendo ora di 65° (o 65,5° con flip chip geo-Adjust) ma la sterzata maneggevole è garantita dal corto raggio di 44 mm. Il reach invece è stato leggermente allungato a 450-455mm (taglia M): il reach maggiore offre anche maggiore stabilità a velocità elevate.

1/8

La nuova Thron

Alluminio, 130 mm di sospensioni full su una bici realizzata per surfare sui sentieri, sia che si tratti di un percorso tecnico sia di un lento scorrere spensierato. Sia in salita, che in discesa, sia nel breve e veloce che nel lungo tragitto. Una bici versatile insomma, fatta per esplorare, che può andare bene sia nelle escursioni giornaliere che nel bikepacking di più giorni, magari in giro per le Alpi. La Thorn versione 6.8 Eqp è già completamente equipaggiata per questo tipo di uso, con parafanghi, portapacchi, cavalletto e sistema di illuminazione abbinato.

Quanto alle geometrie, rispetto alla Jam l’angolo di sterzo della Thorn di 66,5° è più ripido, ma ancora abbastanza lento da non far perdere quella sensazione di sicurezza.

1/7

Innovazioni e specificità

Ecco nei dettagli alcune delle principali caratteristiche tecniche che accomunano i due nuovi modelli di casa Focus. Dal sistema di cinematica progressiva, alla borsa porta attrezzi. Dai cavi integrati nel manubrio al leveraggio. Con anche qualche peculiarità.

1 di 5

Focus Optimized Linkage Design è il sistema di cinematica a triangolo di produzione Focus, ora ha modificato la compressione dalle due fasi di prima a una progressiva che si adatta agli ultimi sviluppi degli ammortizzatori. I link principali hanno cambiato posizione, questo implica che lo shock è orientato in orizzontale, lasciando più spazio nel triangolo anteriore per montare una borraccia grande e la borsa per gli attrezzi, sia nella Jam che nella Thron. Il nuovo posizionamento, con uno standover (o cavallo) più basso, abbassando il baricentro offre maggiore maneggevolezza e libertà di movimento. Inoltre, i cuscinetti dell'ammortizzatore consentono una grande sensibilità, in modo da avere un ottimo controllo su qualsiasi percorso.

Il Flip Chip sul leveraggio della Jam permette di regolare la geometria per modificare lo stile di guida in funzione del rider e dei percorsi. Per una manovrabilità agile su sentieri divertenti bisogna lasciare in posizione "Alto", mentre per il duro e puro bisogna girare su "Low". La piccola regolazione dell'angolo di sterzo di 0,5 gradi, da 65,5 a 65, cambia l'intero assetto della Jam, rendendola ancora più orientata alla discesa.

C.I.S. sta per Cockpit Integration Solution e conferisce al cockpit della Jam e della Thron un aspetto pulito, garantendo cambi e frenate costanti. Tutti i cavi passano dal manubrio all'attacco manubrio e attraverso la serie sterzo al telaio, sia nella Thron che nella Jam. Il raggio è ampio, in modo da garantire sicurezza e precisione sia nel cambio sia nella regolazione del reggisella telescopico. Si può regolare completamente il manubrio e la posizione della leva del freno. La posizione bassa del manubrio segue l'ergonomia in funzione delle prestazioni di queste due biciclette.

Ogni Jam e ogni Thron vengono fornite con una piccola borsa per portarsi sempre dietro gli attrezzi essenziali. La borsa è allineata nell'angolo tra tubo superiore e inferiore del telaio in alluminio ed è avvitata al tubo obliquo. Può contenere una camera d'aria, gli strumenti per cambiarla, una piccola pompa o una cartuccia di CO2.

La Thron è una bici molto versatile, si presta anche a ricevere gli adattamenti necessari ai viaggi. Si può facilmente montare un cavalletto, grazie alla presenza di un adattatore apposito, ovviamente rimuovibile quando non serve. La versione Thron 6.8 EQP è già dotata di paraganghi, portapacchi e illuminazione, il tutto perfettamente abbinato al design del modello.

1/2
© RIPRODUZIONE RISERVATA