04 maggio 2020

La nuova maglia dei campioni

Proclamato il vincitore del progetto “Disegna la maglia dei campioni” lanciato da Alé Cycling e Movistar Team. Sarà indossata nella prima gara UCI dopo la fine dell’emergenza

Ci sono storie che vanno raccontate, come quella iniziata con l'invito lo scorso 13 aprile, in pieno lockdown per Covid-19, ai fan e agli appassionati di ciclismo di disegnare la maglia che sarà realizzata da Alé e che il team Movistar indosserà nella prima gara UCI dopo la fine dell’emergenza. Ha vinto Loris Gobbi AKA @GoboloDesign con 587 voti.

La maglia è un pezzo unico, che sarà realizzato da Alé Cycling, che utilizzerà ora il design come base adattando la maglia alle linee guida di vestiario ciclistico. La vedremo indossata dal team Movistar nella prima gara UCI World Tour, in calendario dopo la fine dell’emergenza. Dopo l’evento, con la firma di tutti gli atleti del team, le maglie della squadra saranno messe all'asta e l'intero ricavato sarà devoluto per aiutare chi, ogni giorno, lotta contro questa emergenza.

La votazione per scegliere la maglia più bella è avvenuta in due fasi differenti. Nella prima fase sono state scelte, a insindacabile giudizio degli stilisti Alé e dei designer del Movistar Team, una prima tranche di 10 maglie; nella seconda fase, le dieci maglie sono state pubblicate sui profili Instagram di Alé Cycling e Movistar Team e tutti gli utenti hanno votato il vincitore.

I voti validi totali che sono pervenuti al Movistar Team e ad Alé Cycling sono stati 3.069. La maglia di @GoboloDesign è stata dunque annunciata sui due canali social, mentre l’autore – che ha vinto con un totale di 587 voti - ne riceverà una in premio.

Ma chi è il vincitore? Loris Gobbi è un italiano trentasettenne che vive nella Repubblica di San Marino. È stato un ciclista su pista e membro del team nazionale italiano alle Olimpiadi di Atene nel 2004. Quando ha compreso che non sarebbe mai diventato un ciclista professionista, ha scelto di dedicarsi al mondo fashion, la sua altra passione. Ha deciso di partecipare al progetto solidale di Alé e Movistar Team seguendo le specifiche indicazioni del contest: “aggiungere colore alla vite delle persone, in queste giornate grigie e cupe in quarantena”. È nata così la sua maglia arcobaleno, per alleggerire il confinamento e tracciare un percorso di solidarietà, “pedalando” tutti insieme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA