Statistiche web
di DaBike
22 December 2023

È ufficiale: Tadej parteciperà al Giro 2024

L’attesa è finalmente stata ripagata! Tadej Pogačar ha annunciato ufficialmente che sarà presente al Giro d’Italia 2024. Una notizia tanto aspettata dai tifosi italiani che vedranno per la prima volta nella sua carriera, lo sloveno impegnato nella Corsa Rosa

1/2

Tadej vittorioso al Lombardia 2023.

L’Italia è per Pogačar un terreno portatore di successi: ricordiamo la vittoria alle Strade Bianche nel ’22, il bis alla Tirreno-Adriatico (’21, ’22) e la tripletta consecutiva a Il Lombardia (’21, ’22, ‘23) che gli ha garantito un posto fra i nomi che hanno scritto la storia del ciclismo.

La sua partecipazione insinua anche qualche scomoda considerazione. Il fresco vincitore Primož Roglič e Jonas Vingegaard, che ha comunque dichiarato di avere il Giro d’Italia nei suo obiettivi, non saranno presenti, mettendo lo sloveno quasi certamente come favorito per la vittoria finale. Una scelta strategica per salire di nuovo sul gradino più alto del podio dopo gli insuccessi al Tour degli ultimi anni? Un obiettivo che comunque resta ben saldo nel programma di Pogačar e che non mancherà nemmeno quest’anno. La vittoria con l’accoppiata Giro-Tour (nello stesso anno) è un sogno ambito da tutti i veri campioni e l’ultimo ad essere riuscito nell’impresa fu Marco Pantani nel 1998. Potrebbe essere la giusta occasione questa, dato che il percorso disegnato per il Giro 2024 non risulta eccessivamente impegnativo in termini di dislivello da affrontare. Questa infatti è la motivazione per cui i ciclisti che puntano alla classifica, preferiscono sempre il Tour alla nostra gara di casa. Le dure tappe alpine in successione della terza ed ultima settimana e i pochi giorni di recupero prima dell’inizio del Tour, che con il suo fascino e la sua tradizione, fanno indubbiamente propendere la scelta verso quest’ultimo. A sostenere la possibile riuscita dell’ardua ma non impossibile doppietta lo conferma Joxean Fernández Matxin, direttore generale della UAE Team Emirates. Ha in più dichiarato: “Uno dei corridori per cui questo è meno complicato che per altri è proprio Tadej. Penso che con il suo carattere e la sua personalità, ce la possa fare. Lui è speciale ed è il corridore più forte che ho visto in tutta la mia carriera.” . Il verdetto finale lo avremo il 26 maggio.

Ma Giro e Tour non sono gli unici obiettivi stagionali per lo scatenato sloveno, maggiori sono anche i Giochi Olimpici di Parigi ed i Mondiali a Zurigo, partendo dai consueti appuntamenti primaverili con le Strade Bianche e la Milano-San Remo e la Liège-Bastogne-Liège per poi terminare l’anno con Il Lombardia. Tenterà il poker?

Tadej Pogačar e Jonas Vingegaard.

Programma 2024 di Tadej Pogačar

  1. Strade Bianche (2/3)
  2. Milano-Sanremo (16/3)
  3. Volta a Catalunya (18-24/3)
  4. Liegi-Bastogne-Liegi (21/4)
  5. Giro d’Italia (4-26/5)
  6. Tour de France (29/6-21/7)
  7. Olimpiadi Parigi (27/7-3/8)
  8. GP de Québec (13/9)
  9. GP de Montrèal (15/9)
  10. Mondiali Zurigo (22-29/9)
  11. Il Lombardia (12/10)

Tadej al Tour de France 2022: mantiene per qualche tappa la Maglia Gialla, conquistata poi da Jonas Vingegaard.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo
Tutto Salute