Torna la Milano-Sanremo. Il percorso, i partecipanti, come vederla in Tv

Quest'anno si corre nuovamente sul percorso tradizionale, ad eccezione del Turchino. Tanti i top atleti in gara.

Abbiamo ancora freschi nella mente i suoni e i ritornelli del festival della canzone italiana, ed ecco che l'attenzione ritorna nella città dei fiori, per la Classicissima di Primavera. Nata nel 1907 e giunta alla sua 112esima edizione, sabato 20 marzo è il giorno della Milano-Sanremo.

RITORNO AL PERCORSO STORICO

Dopo le variazioni dovute all'emergenza sanitaria del 2020, che ha visto svolgersi un'edizione agostana “piemontese” molto diversa dal solito, quest'anno si corre nuovamente sul percorso tradizionale. Ritrovo al Castello Sforzesco e partenza dai Navigli di Milano Sud; passaggio del Po a Pavia, poi giù in diagonale verso Tortona e Novi Ligure, patria di Girardengo, secondo tra i ciclisti che hanno totalizzato più vittorie di questa celebre corsa, dietro al belga Eddy Merckx, che con sette affermazioni ne guida l'albo d'oro. L'Appennino si attraversa rinunciando al classico Passo del Turchino, impraticabile per frana: si opta invece per il Colle del Giovo, con una deviazione di 87 km, ed è questo, con i suoi 516 metri, il punto più alto dell'intero percorso. Da qui 15 km di discesa puntando verso il “delirio del mare”, per dirla con il poeta ligure Montale, “tra sfrusci e pazzi voli”: si prende la strada Aurelia ad Albisola per costeggiare tutta la riviera di Ponente: da Savona, passando per Spotorno, Albenga, la città del muretto Alassio; poi ci sono i tre famosi punti panoramici – Capo Mele, Capo Cervo, Capo Berta - si giunge a Imperia, da dove rimangono le due salite impegnative della Cipressa e quella finale di quasi 4 km del Poggio, dal quale si scende a centro di Sanremo, dopo 299 chilometri a perdifiato. Per consentire l'arrivo in sicurezza in via Roma, dalle 14.30 chiuderanno gli esercizi commerciali, permettendo alla gara di concludersi proprio sul suo traguardo storico.

TANTI CAMPIONI IN GARA

Tra i favoriti di questa 112esima ci sono il belga Wout van Aert, vincitore dell'edizione 2020, arrivato secondo nella recente Tirreno-Adriatica (mentre mancherà il vincitore Tadej Pogacar); l'olandese Mathieu Van der Poel, trionfatore delle Strade Bianche; e il campione del mondo in carica Julian Alaphilippe, francese, che ha già conquistato questa corsa nel 2019. Ma i nomi di spicco non finiscono qui: non mancheranno il messinese Vincenzo Nibali, vincitore nel 2018; Michal Kwiatkowski, arrivato in testa l'anno prima, e Arnaud Demare, primo nel 2016. Ci saranno anche Maximilian Schachmann, fresco vincitore della Parigi-Nizza e il tre volte campione del mondo Peter Sagan, oltre al Campione del Mondo a cronometro Filippo Ganna, l'oro olimpionico di Rio Elia Viviani, il campione italiano ed europeo Giacomo Nizzolo; e tanti altri per un totale di 175 corridori e 25 squadre

PER LA PRIMA VOLTA TRASMESSA IN INTEGRALE, ECCO COME SEGUIRLA

La Milano-Sanremo, organizzata da Rcs Sport e sponsorizzata da Eolo, per la prima volta sarà trasmessa in integrale dalla tv pubblica, garantendo a tutti gli appassionati e i curiosi di poterla seguire dall'inizio alla fine: su Rai Sport dalle 9.30 alle 14, per poi passare fino alla conclusione su Rai 2. Anche su SkyGo, Dazn, Tim Vision ed Eurosport Player sarà visibile in diretta streaming dall'inizio e su Eurosport 1 dalle 14.

© RIPRODUZIONE RISERVATA