Pannelli solari sul box cargo, la nuova bici elettrica di UM

La UM CargoBike integrerà un modulo fotovoltaico che ne migliora l’autonomia fino al 20%

Da una collaborazione tra due aziende tedesche arriva un’innovazione che potrebbe rivoluzionare i servizi di consegna sostenibili: Urban Mobility (specializzata in soluzioni green per la logistica) e Opes Solutions (leader nella realizzazione di pannelli solari su misura) hanno infatti unito le forze per realizzare dei moduli fotovoltaici strutturati appositamente per le bici cargo elettriche che sempre di più cominciano a essere usate per la delivery di merci.

L’idea è quella di dotare una bici da carico elettrica, in particolare il modello UM CargoBike, di pannelli solari integrati nella box cargo. In questo modo, l’impianto fotovoltaico non va a impattare sulla struttura sostanziale del mezzo, ma può comunque estenderne l’autonomia a pieno carico del 20 per cento, a fronte di un aumento minimo del peso.

Realizzato appositamente e quindi pensato per resistere agli stress che solitamente interessano le bici da carico, il pannello fotovoltaico prodotto da Opes Solution è leggero e sottile (con uno spessore di soli 3 millimetri) e dà la possibilità di immettere fino a 800 Wattora di elettricità in un classico tour di consegna, estendendo la distanza operativa percorsa di 45 minuti.

Solitamente, una bici da carico di questo tipo, pensata per carichi pesanti, copre distanze che non superano gli 8-12 chilometri (km) all'ora in un programma di consegna giornaliero. Questo si traduce in un consumo di all’incirca 1 kilowattora di elettricità, che chiaramente può cambiare a seconda della topografia e dei percorsi, traducendosi in un giro di consegne che dura solitamente dalle 4 alle 5 ore, prima di dover ricaricare il mezzo.

I 45 minuti in più resi possibili grazie al pannello fotovoltaico integrato si traducono dunque in “distanza extra” che farà la differenza nelle operazioni di consegna, rendendo molto più funzionale l’utilizzo di queste cargo bike, con conseguente ricaduta positiva in termini di riduzione delle emissioni e, ovviamente, di costi di gestione.

I vantaggi commerciali di questo nuovo mezzo non finiscono qui: con la sua velocità massima di 25 chilometri orari, la UM CargoBike può circolare sia su strada che su pista ciclabile e non richiede patente di guida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA