Every Breath, la fondazione di Sting nata con una corsa ciclistica, per aiutare i ristoratori in difficoltà

La nuova fondazione creata da Sting e da sua moglie Trudie è stata lanciata con una corsa ciclistica di 160 km da San Marino alla tenuta toscana del grande cantante. Ha come obiettivo quello di raccogliere fondi in favore dei lavoratori di bar e ristoranti colpiti dalla crisi durante la pandemia.

Foto da Instagram: @theofficialsting

E' stata una gara ciclistica unica, l'evento di lancio della nuova fondazione benefica voluta da Sting e da sua moglie Trudie Styler. 160 km di pedalata percorsi in circa 6 ore da 20 ciclisti d'eccezione, partendo da San Marino, città di cui entrambi i coniugi sono ambasciatori, e conclusasi alla loro tenuta Il Palagio, che si trova a Figline Valdarno, tra le campagne a sud di Firenze. Una residenza da favola di 350 ettari di proprietà di Sting dal 1997 ma un tempo appartenuta ad un duca, dove oggi l'ex stella dei Police produce vino, olio e miele e apre le sue porte per eventi ed esperienze indimenticabili. E indimenticambile è stata anche questa pedalata di qualche settimana fa che dal centro storico di San Marino ha raggiunto la loro villa. Tra i ciclisti elite che hanno partecipato, anche Damiano Cunego, detto il "Piccolo Principe", vincitore del Giro d'Italia 2004, e Moreno Moser. La gara è stata battezzata Wine Race 2021, e chissà se sarà solo il primo di una lunga serie di appuntamenti benefici e corse ciclistiche su quel percorso bellissimo.

Raccogliere fondi per i lavoratori della ristorazione

Damiano Cunego con Sting (foto facebook Damiano Cunego)

Il claim dell'iniziativa era "UN giro UN respiro - UNifiying - UNstoppable - UNforgettable" e la sera prima della partenza ha visto Sting esibirsi in una performance di gala a San Marino, cantando le canzoni che l'hanno reso celebre. Ma il punto centrale dell'iniziativa è il suo valore benefico. La "Every Breath Foundation", la nuova fondazione che ha preso il via con la corsa ciclsitica e che prende nome da una intramontabile canzone di Sting, ha come fine la raccolta fondi a favore dei bar e ristoranti italiani colpiti dalla crisi in seguito alla pandemia. A ribadire la notizia è stata la stessa popstar britannica con un post su Instagram: "Questa corsa celebra l'unione con San Marino e lancia una campagna di sensibilizzazione per la nostra nuova no profit italiana, la Every Breath Foundation, che aiuterà l'industria dell'ospitalità - bar, caffè, ristoranti - che hanno lottato per mantenere aperte le loro porte durante la pandemia. Congratulazioni a tutti i ciclisti che ora si stanno rilassando nel nostro Palagio con un bel calice di vino. Condivideremo presto altre notizie riguardo alla fondazione nei prossimi giorni". Qualche mese prima Sting e la sua tenuta Il Palagio erano stati al centro di un altro evento benefico: un'asta di vini di altissimo livello, dove chi si aggiudicava il lotto migliore vinceva anche la possibilità di trascorrere tre notti nella tenuta toscana, con Sting e Trudie Styler, compresa una cena con la leggenda della musica e sua moglie e anche il loro consulente enologico Riccardo Cottarella. L'iniziativa era riuscita a raccogliere 1,6 milioni di dollari, sempre da destinare ai ristoratori in difficoltà. Forse proprio da questo evento è nata l'idea di lanciare una fondazione personale. "Grazie a tutti coloro con cui ho condiviso un bellissimo weekend, - ha scritto su facebook il ciclista professionista Marco Canola, ex del team Nippo-Vino Fantini Faizané, ora Gazprom-RusVelo - percorso con il principale scopo di raccogliere fondi e donarli agli esercizi della ristorazione economicamente colpiti dalla pandemia. Posso solo ringraziare Trudie e Sting per averci ospitati e deliziati della loro presenza nella propria casa Toscana: il Palagio è un angolo di paradiso, che è stato curato e cresciuto dalle mani sapienti dei loro padroni, una vena artistica che si riconduce attorno a tutta la Tenuta in armonia con il paesaggio e la Villa de XVI secolo. Inoltre il mio ringraziamento speciale va a Fantini Wines e Valentino Sciotti e a tutto il suo entourage, ancora una volta si è dimostrata per me una vera famiglia che mantiene il suo legame forte e duraturo nel tempo, anche a distanza di anni mi fa sempre sentire come se fossi tornato a casa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA