Nibali annuncia il ritiro: "Questo sarà il mio ultimo Giro d'Italia"

Il grande ciclista siciliano Vincenzo Nibali ha atteso la tappa con arrivo nella sua Messina per annunciare a tutti l'addio al ciclismo professionistico. L'Astana Pro Team: "E' stato un piacere, campione!"

crediti foto: LaPresse

Quinta tappa del Giro 2022, da Catania a Messina. Vincenzo Nibali ha annunciato la fine della sua carriera di ciclista. Il giorno giusto, il momento giusto. All’arrivo, nella città giusta. Quella dove tutto il suo percorso era iniziato.

Lo Squalo ha trovato la forza dal mare e dal sole di Messina, per sancire l’arrivo del momento che tutti gli atleti professionisti temono di più. "Sono qui per annunciare che questo sarà il mio ultimo Giro d'Italia e a fine stagione lascerò il professionismo. - ha detto con gli occhi lucidi dal palco Rai del “Processo alla tappa” il corridore messinese – Penso che sia normale, è arrivato anche il mio momento, ho raccolto veramente tantissimo da quando ero ragazzo fino ad adesso. Ho continuato, anche ora, a dare il massimo e cercando di fare il meglio. Ho aspettato questa tappa perché è qui dove è iniziato tutto. Sono andato via di casa che avevo 15 anni e ho dato tanto al ciclismo. Ora è arrivato il momento di restituire quello che ho tolto alla mia famiglia".

crediti foto LaPresse

Classe 1984, Nibali è il più blasonato ciclista italiano degli ultimi vent’anni e uno dei migliori al mondo, e può sfoggiare un palmares ricchissimo che lo annovera nella storia del ciclismo: è infatti uno dei sette - oltre a Jacques Anquetil, Eddy Merckx, Felice gimondi, Bernard Hinault, Alberto Contador e Chris Froome – ad aver conquistato almeno un’edizone di tutti e tre i Grandi Giri: la Vuelta a España nel 2010, il Giro nel 2013 e nel 2016 e il Tour de France nel 2014. È inoltre uno dei soli quattro corridori (insieme a Merckx, Hinault e Gimondi) ad aver vinto i tre Grandi Giri e almeno due classiche monumento: il Giro di Lombardia, nel 2015 e nel 2017, e la Milano-Sanremo, nel 2018. A queste grandi vittorie si aggiungono due titoli italiani nella prova in linea, nel 2014 e nel 2015, due Tirreno-Adriatico, nel 2012 e nel 2013, e altri sette podi nei tre Grandi Giri.

Anche la squadra dove milita da quest’anno, la kazaka Astana, con la quale aveva già gareggiato dal 2013 al 2016, ha postato la sua foto sui social scrivendo: “Per noi è un grande piacere vivere questo ultimo anno della tua carriera da ciclista con te, campione!

© RIPRODUZIONE RISERVATA