Vino e bici. Le cantine bike friendly su Strade di Siena

Nasce "Progetto cantine bike friendly" dedicato al cicloturismo e al turismo outdoor in generale lungo le strade di Siena.

Una sezione dedicata all'enoturismo e alla creazione di una rete di cantine "amiche del turismo attivo". È 'Progetto cantine bike friendly' presentato in occasione dell'arrivo del Giro d'Italia a Montalcino (Siena), all'interno del sito ufficiale, dedicato al cicloturismo e al turismo outdoor in generale, nato nell'ambito della gestione associata Terre di Siena Slow che interessa 30 Comuni della Provincia con Siena capofila.

"Un prezioso lavoro di squadra nato grazie ad un protocollo di intesa tra l'Amministrazione e il Movimento turismo del vino Toscana, che ha l'obiettivo di raccontare le bellezze dei nostri paesaggi anche attraverso il mondo enoico con »luoghi di esperienza«, quali le più prestigiose cantine" spiega in una nota Alberto Tirelli, assessore al turismo del Comune di Siena. Sempre in tema di turismo e valorizzazione del territorio, dal 29 maggio al 19 giugno è in programma un viaggio lungo la Via Lauretana nel tratto senese-aretino, sette appuntamenti con visite guidate gratuite nei sette comuni senesi ed aretini (Siena, Asciano, Rapolano Terme, Sinalunga, Torrita di Siena, Montepulciano e Cortona) che hanno promosso e patrocinato l'iniziativa, e che si snodano lungo quel tratto del cammino che unisce Siena a Cortona, attraversando il paesaggio delle Crete Senesi, per poi salire il crinale e scendere in Valdichiana e arrivare fino a Cortona, porta di ingresso al tratto umbro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA