di DaBike
26 October 2023

La Canyon Aeroad CFR di Van der Poel e le sue sorelle

Da un Campione del Mondo all’altro. Dopo la Specialized S-Works Tarmac SL8 di Remco Evenepoel è la volta della Canyon Aeroad CFR di Mathieu van der Poel. Ciò che accomuna questi due atleti, oltre alle performance ed ai risultati incredibili ottenuti, è la conquista della maglia iridata. Il ciclista 28 enne olandese è nel mondo del ciclismo l’esempio perfetto dei benefici della multidisciplinarietà, cioè trarre i maggiori profitti da ogni specialità praticata (mountain bike, ciclocross e strada) e applicare le competenze acquisite nelle altre

1/4

Mathieu Van der Poel, atleta della Alpecin – Deceunink, conduce la Canyon Aeroad CFR. Già dal nome intuiamo i punti che questo modello vuole mettere subito in chiaro: Aerodinamica e road (strada), quindi una bici da strada che è stata progettata ricercando al massimo vantaggi nel campo dell’aerodinamica, tanto approfonditi grazie alla collaborazione con Swiss Side, azienda svizzera specializzata negli studi sulle dinamiche dell'aria. CFR invece specifica la tipologia di fibra di carbonio utilizzata per questo telaio, che in casa Canyon rappresenta la più leggera e prestazionale. Aerodinamicità e leggerezza abbinata ad una trasmissione wireless 12v, a scelta fra i gruppi Shimano, Sram o Campagnolo, misuratore di potenza, freni a disco, cockpit e passaggio cavi totalmente integrati, fanno fermare l’ago della bilancia a 7.46 kg. Giusto per avere un valore a cui fare riferimento, il nostro portafoglio dovrà veder uscire dalle sue tasche quasi 10.000 euro a seconda del gruppo richiesto. Ricordiamo come l’intento di questa rubrica è di segnalare i punti di forza dei modelli medio gamma ed entry level che ciascuna azienda propone in cui ognuno di noi, in base alle proprie esigenze, ambizioni agonistiche e non ultimo l’aspetto economico, si rispecchia.

Canyon Aeroad CFR

Per quanto riguarda il medio gamma, l’azienda tedesca propone a 3.999 euro la Aeroad CF SL8. Anche in questo caso la differenza fra le due non è solo nel prezzo e la troviamo già preannunciata nella dicitura del modello, che perde una R, mettendo già in chiaro una mancanza e cioè la minor ricercatezza della fibra di carbonio utilizzata per il telaio, che comunque non va di pari passo con l’eccezionale performance che conferisce allo stesso. La CF SL8 porta con sé infatti tutte le tecnologie e le accortezze aerodinamiche della CFR ma ad un livello più accessibile. Vediamo abbinati un ottimo Shimano Ultegra R8000 SS meccanico (11-30 x 52-36), freni a disco, e restano invariati il passaggio cavi interno al telaio e il manubrio integrato. Il tutto per un peso di 8 kg.

Aeroad CF SL8

Aggiungiamo ora al confronto la proposta entry level che in questo caso però vede cambiare totalmente tipologia di bicicletta. La Aeroad infatti, in ogni sua declinazione, rimane pur sempre una bici da gara, per chi ricerca comunque una certa prestazione al momento dell’acquisto. Al contrario chi invece non ha particolari interessi agonistici ed è alla ricerca della polivalenza del mezzo, può optare per la Endurace AL 7 RB. Grazie di nuovo allo stratagemma di Canyon di abbinare i nomi alla destinazione d’uso della bicicletta, individuiamo in questo modello delle caratteristiche costruttive a vantaggio dell’endurance (percorrenze lunghe e posizione in sella rilassata), senza dimenticare l’anima racing del marchio, annidata nella lega del telaio, sempre pronta a svelarsi se necessario. Infatti troviamo un telaio in alluminio leggero, reattivo e resistente, un sempre affidabile e consolidato cambio Shimano 105 R7000 GS meccanico 11v (11-34 x 52-36), freni tradizionali, a disco con un piccolo sovrapprezzo se desiderati, e la presenza di rivetti sul telaio utili per installare borse e portapacchi per chi vuole vivere la bici anche come mezzo di trasporto quotidianamente, magari nel tragitto casa-ufficio, e non solo come ricreazione. La varietà di utilizzo che questa bici può vantare risiede anche nella possibilità di montare gomme dalla sezione piuttosto generosa, arrivando fino a 35 mm. 8.46 kg il peso, giusto per rendere più completa la sua presentazione. La Endurace parte da 1299.00 euro come presentata, anche se Canyon ha voluto approfondire il segmento delle bici endurance, molto in voga in questi tempi, portando la gamma fino alla soglia dei 9.000.

Canyon Endurace AL 7 RB

... gli altri campioni

Remco Evenepoel: Specialized S-Works Tarmac SL8

Mark Cavendish: Wilier Filante SLR

Tadej Pogačar: Colnago V4RS

Jonas Vingegaard: Cervélo S5

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Tester Day Festival: vi aspettiamo sabato e domenica per prove, tour, contest, corsi... Tutto gratuito! È il primo ritrovo della community di Ciclismo.it

04 April 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 1

27 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio Tre

19 March 2024

Alpi Francesi: 4 giorni fra bici, sci, mountain kart e snow kite

16 March 2024

Vacanze in bici: il Club del Sole riserva uno sconto del 10% alla community di Ciclismo.it

01 March 2024

Rifugio Venini, la Norvegia a 90 km da Milano - Episodio uno

26 February 2024

Canyon Spectral CF, la mtb da trail "definitiva"

25 February 2024

L'Eroica sbarca a Cuba... ed è subito festa!

23 February 2024

Il nostro viaggio in Giordania: un Paese pronto ad accogliere i ciclisti

22 February 2024

Il Muro di Sormano: diario della scalata - Puntata Quattro

20 February 2024

Tutto Salute