La Coppa Europa di sci indossa la Maglia Rosa

Neve e ciclismo protagonisti sul Lussari: in questi giorni la Libera continentale, a maggio la tappa del Giro d'Italia.

A Sella Nevea (UD) è in corso la tappa italiana di Coppa Europa di sci alpino, specialità discesa libera, sul tracciato dell’Agonistica del Canin. Originariamente le gare si sarebbero dovute disputare a Camporosso sulla celebre “Di Prampero”, ma le avverse condizioni atmosferiche e soprattutto le alte temperature delle ultime due settimane hanno obbligato gli organizzatori al cambio di sede.

È rimasto invece inalterato il programma, che prevede due giorni dedicati alle prove cronometrate (oggi e domani), seguiti dalle due giornate di gare valide per la Coppa Europa di discesa libera (giovedì 12 e venerdì 13 gennaio), con partenza prevista alle ore 11.00.

Bello, ma che c’entra con il ciclismo? Fino a pochi giorni fa, nulla. Ma ora il Comitato organizzatore ha siglato un interessante gemellaggio con gli organizzatori della tappa friulana del Giro d’Italia 2023, che il 27 maggio prossimo arriverà proprio in cima al Lussari, con una cronometro velenosa, che potrebbe anche ribaltare la Classifica proprio alla vigilia della passarella finale di Roma.

Un gemellaggio che mira a promuovere ulteriormente i territori toccati dalla Corsa Rosa con quattro mesi d’anticipo rispetto al passaggio dei corridori e che verrà sancito ufficialmente questa sera, con la reciproca consegna dei simboli del primato tra Andrea Cainero, in rappresentanza della tappa friulana, e Damiano Matiz, presidente dell’US Camporosso, che organizza le prove di sci: Cainero omaggerà Matiz con la Maglia Rosa 2023 ufficiale e, a sua volta, Matiz consegnerà a Cainero il Pettorale Giallo, che indica il leader della Generale di Coppa Europa.

«Siamo davvero felici di aver stretto questa importante collaborazione con gli organizzatori della tappa del Giro d’Italia», ha commentato Damiano Matiz. «Voglio ringraziare Andrea Cainero per aver fin da subito voluto cercare un modo per legare il nostro evento con quello importantissimo che si terrà sul Lussari il prossimo 27 maggio. Non bisogna dimenticare che già nel 2013 la Corsa Rosa transitò proprio per Sella Nevea, concludendo la tappa sull’Altopiano del Montasio». Dove, per la cronaca, vinse il colombiano Rigoberto Urán, poi secondo nella Generale al termine di quel Giro vinto da Vincenzo Nibali.

Il Friuli Venezia Giulia si conferma dunque una Regione virtuosa nel trovare sinergie strategiche tra eventi sportivi anche appartenenti a mondi diversi. L’abbinamento neve/ciclismo peraltro non è nuovo: nel gennaio del 2020, in occasione delle gare di Coppa del Mondo di snowboard di Piancavallo, il percorso di gara venne costituito con porte rosa in sostituzione del classico rosso (in foto) e soprattutto sul traguardo faceva bella mostra di sé il prestigioso “Trofeo Senza Fine”, l’ambito riconoscimento che viene consegnato al vincitore del Giro d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo
Tutto Salute